INVERNO TRENDY AL SOLE : FUGA A TULUM LA PERLA DELLA RIVIERA MAYA

Se siete già stufe di questo freddo,  regalatevi una vacanza invernale trendy a Tulum, una delle mete più amate del Messico.

trendy vacanze super relaxPer chi non lo sapesse, Tulum si trova nella Riviera Maya, più precisamente nello Stato Quintana Roo. Affacciata direttamente sul mar dei Caraibi, questa località è una delle preferite dai turisti provenienti da ogni angolo del mondo e rappresenta a tutti gli effetti un vero e proprio paradiso in terra.

Ma cosa c’è da vedere a Tulum oltre alle meravigliose spiagge di sabbia bianchissima e al mare cristallino?

Per prima cosa, è necessario precisare che Tulum custodisce con cura numerose bellezze paesaggistiche ma anche importati siti archeologici di origine Maya. Per tale ragione, chi ha deciso di trascorrere un periodo di vacanza in questa zona non deve assolutamente fare a meno di visitare questi siti per scoprire la storia e le origini del Messico e delle sue civiltà.

In occasione di un viaggio a Tulum si avrà la possibilità di scoprire la cultura, la storia, le tradizioni enogastronomiche e le curiosità di una delle terre più affascinanti del pianeta, senza mai rinunciare al relax e a qualche giornata da dedicare interamente al sole e al mare.

Vediamo dunque come organizzare al meglio il soggiorno per non perdersi proprio nulla di Tulum e della suggestiva Riviera Maya.

La Storia

Il primo e più importante aspetto di cui tenere conto quando si parla di Tulum riguarda la sua storia. Come anticipato poco sopra, Tulum è conosciuta principalmente per le sue spiagge ma, in realtà, è la sua storia a fare davvero la differenza.

Le costruzioni Maya sono tutt’oggi ben visibili e lasciano ai turisti la possibilità di scavare nel passato degli insediamenti presenti in tutta la zona.

Nell’antichità, la città di Tulum era conosciuta con il nome di Zama che in lingua Maya significava città dell’alba. Proprio Zama rappresentava un punto di riferimento anche per le località circostanti sia sotto il profilo commerciale che culturale. Ad avvantaggiarla notevolmente era il fatto che si trovava in una posizione a dir poco strategica. Essendo affacciata sul mare, dalla città si aveva la possibilità di vedere l’arrivo di navi commerciali e, dunque, riuscire a prevenire senza troppi problemi attacchi provenienti dal mare.

Il nome attuale della città messicana deriva proprio da questa sua caratteristica. Tulum, infatti, significa muraglia, fortificazione presente fisicamente a protezione dell’agglomerato urbano.

Stando agli studi, pare che proprio Tulum sia uno delle ultime città realizzate dai Maya e rappresenta un riferimento notevolmente importante per riuscire a studiare la storia e l’arte di questa civiltà.

La città di Tulum è divisa in due parti: la zona archeologica e quella in cui si trovano le strutture ricettive, diversi ristoranti e negozietti dal sapore bohemien.
Molti turisti amano noleggiare scooter e biciclette per spostarsi dalla città alla zona archeologica.

Le escursioni

Natale Trendy a Tulum sito archeologicoSe sceglierai Tulum per il tuo Natale trendy al sole, avrai la possibilità di effettuare meravigliose escursioni.

La più gettonata, come anticipato poco sopra, è quella al sito archeologico.
Dalla scenografica posizione, su un promontorio affacciato sul mar dei Caraibi e ai suoi piedi una bianchissima spiaggia.

La zona archeologica fa parte del Parco Nazionale di Tulum, rigorosamente area protetta dagli inizi del 1980.

Da visitare all’interno del sito:  El Castillo e il tempio Dios Descendente. Nel primo caso, si ha a che fare con una fortificazione costruita per proteggere la città direttamente sulla spiaggia. Nel secondo, invece, con un tempio caratterizzato da una particolare scalinata sulla cui cima si trova una divinità realizzata con la testa ingiù.

Non molto lontano dal sito archeologico è presente anche la barriera corallina in cui si ha l’opportunità di scoprire la fauna e la flora tipica del mar dei Caraibi. Immergendosi a largo di queste acque si ha l’opportunità di scorgere delfini, tartarughe marine e numerosi altri abitanti di uno dei mari più belli del mondo.

Ad un’ora da Tulum, completamente immerso nella rigogliosa foresta pluviale si trova il sito archeologico di Coba’.

L’edificio principale del complesso è l’impressionante piramide di Nohoch Mul  alta  ben 42 metri. L’unica piramide sulla quale è possibile salire e godere di uno strabiliante spettacolo naturale.

Per una giornata avventurosa non perdetevi il parco Marino di Xcaret, ad una cinquantina di chilometri da Tulum, dove potrete fare snorkelling tra scenari favolosi ed acque cristalline o decidere di fare un’escursione fluviale nei fiumi sotterranei a contatto con la vegetazione della giungla o semplicemente goderti le sue famose spiagge con le sue palme e le sue palapas tropicali.  Vedere l’incredibile Coral Reef Acquarium e addirittura nuotare con idelfini.

Ad un’ora e mezza di strada da Tulum troviamo il Parco eco-archeologico di Xel-Ha il cui nome significa “la nascita dell’acqua”.
Qui potrete fare snorkelling ammirando centinaia di pesci tropicali ed oltre 90 specie marine che abitano le sue acque. Esplorare i suoi cenotes,  le sue grotte e lagune. Eco tour nella riserva per scoprire tante curiosità sulla cultura maya.

E per quanto riguarda le spiagge?

Ovviamente, chi ha deciso di organizzare un Natale trendy al sole non potrà assolutamente fare a meno di abbronzarsi su qualche spiaggia caraibica.

Le più belle sono Playa Pescadores e Playa Paraiso. Entrambe sono libere e possono essere facilmente raggiunte sia dalle rovine che dal centro della città. Tra l’altro, in tutte e due queste località si trovano bar e piccoli ristoranti in cui si ha l’opportunità di assaggiare le specialità tipiche locali o bere alcuni cocktail in perfetto stile messicano.

Chi ha l’opportunità di fare un soggiorno mediamente lungo potrebbe addirittura decidere di partire alla volta di Playa Xcacel, una bellissima spiaggia che, seppure dotata di pochi servizi, è assolutamente imperdibile oltre che suggestiva. Situata in un’area naturale, questa spiaggia è facilmente raggiungibile percorrendo un sentiero di sabbia di circa 300 metri.

Altra spiaggia da inserire nel diario di viaggio è Playa Xpuha in cui, da una parte, sono presenti ristoranti e bar e dall’altra c’è la pace più assoluta della natura incontaminata. Insomma, come è facile intuire anche in quanto a spiagge a Tulum non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Imperdibili sono inoltre i Cenotes,

bagno in acqua dolce tulum grotte meravigliose si origine calcarea riempitesi nel tempo di acqua dolce e considerati al tempo dei Maya luoghi sacri. Anche per quanto riguarda i Cenotes non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Il più noto è il Gran Cenotes ma durante l’escursione le guide locali permettono ai turisti di scoprire siti altrettanto interessanti anche se meno noti.

Shopping

Per una giornata di shopping e mare potete visitare Playa del Carmen, a circa un’ora da Tulum, con la sua Quinta Avenida che offre la tipica atmosfera messicana e negozi che offrono oggetti di artigianato e gioielli con incrostazioni di pietre preziose e semi preziose.

Non dimenticatevi il costume, perchè dopo lo shopping è d’obbligo una sosta rilassante nella stupenda spiaggia a pochi passi dalla zona commerciale.

Playa del Carmen è inoltre famosa per la sua pulsante vita notturna il cui fulcro è la calle 12 dove si trovano locali e bar famosi in tutta la riviera maya come il Coco Bongo, Blue Parrot ed il Cha cha cha.

Offerta gastronomica messicana

I piatti tipici della cucina messicana sono adatti a chi ama una cucina genuina e saporita. Sono molti, dai sapori inimitabili e dalle consistenza corposa di carne, pesce e vegetariani

Alcuni piatti tipici: Frijoles refritos (purè di fagioli neri lessati e fritti) , Chilaquiles (piatto a base di tortillas,  formaggio, cipolle e uova con aggiunta di carne ) Enchiladas (tortillas arrotolate ripiene di pollo o carne con formaggio fagioli e verdure), Tacos (piccole tortillas di mais scaldate e ripiene di diversi tipi di carne dal pollo al maiale o gamberi, polpo, calamari), Ceviche (piatto di pesce crudo marinato nel lime) con aggiunta di cipolle pomodorini e coriandolo.

Un ultimo aspetto da non trascurare riguarda il fatto che dicembre e gennaio sonoi i mesi migliori per organizzare un viaggio in Messico. In questo periodo, infatti, le temperature possono raggiungere i 34 gradi e l’acqua può arrivare a 26 gradi. La tintarella è a dir poco assicurata e le immagini di una terra meravigliosa come il Messico saranno davvero difficili da rimuovere dalla mente e dal cuore.

 

A questo punto, non resta altro da fare che decidere quando partire.!

Lascia stare il “fai da te” rivolgiti al tuo Travel Planner  che, oltre a consigliare la struttura che meglio si adatta al tuo stile di vacanza ha tutti gli strumenti per pianificare e prenotare già prima della partenza le varie escursioni in modo tale da riuscire a non perdere neanche un angolo di Tulum e, più in generale, del Messico, una terra affascinante e, allo stesso tempo, unica da ogni punto di vista.

Tantissime offerte dei migliori operatori italiani a prezzi speciali!

Tu inizia a sognare, al resto ci pensiamo noi!

#PARTI#METELONTANTE# #PREZZOLEGGERO#TULUM#MESSICO#PRENOTASUBITO#ALPITOURCLUB#

Facebookinstagram

©2018 Amiche di viaggio.it "La nuova trendy travel community"

amichediviaggio,it@gmail.com   373/9031574

CONTATTACI

Ciao, risponderemo ad ogni tua domanda entro 24 ore. Grazie per averci contattato. A presto

Sending
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account

Vai alla barra degli strumenti